Dantedì 2021 – Laura Pasquini, Le fonti iconografiche della “Commedia”

In occasione del Dantedì 2021 l’Archivio di Stato propone un contributo di Laura Pasquini, storica dell’arte medievale presso l’Università degli Studi di Bologna, dedicato alle fonti iconografiche della “Commedia” riconducibili ai mosaici tardoantichi di Ravenna. L’arte bizantina dei mosaici ravennati è stata ammirata da Dante in diverse occasioni della sua vita, ed ha contribuito ad ispirare numerose immagini del suo capolavoro; nel corso del suo intervento Laura Pasquini, autrice del recente studio “Pigliar occhi per aver la mente. Dante, la Commedia e le arti figurative”, ricostruisce il significativo rapporto fra gli uomini dell’epoca di Dante e le immagini, e analizza numerosi esempi tratti dal Paradiso e dal Purgatorio che mostrano il forte legame fra la poetica dell’Alighieri e il mosaico bizantino, entrambi caratterizzati dal problema della raffigurazione del divino.

Emergenza Covid-19: orari di apertura e modalità di accesso alle sale studio di Ravenna e Faenza

Si comunica che le sale studio dell’Archivio di Stato di Ravenna e della Sezione dell’Archivio di Stato di Faenza sono aperte per il servizio di consultazione con i seguenti orari:

Archivio di Stato di Ravenna
martedì dalle 8,30 alle 13,30
giovedì dalle 8,30 alle 13.30 e dalle 14,30 alle 17,00

Sezione di Archivio di Stato di Faenza
mercoledì dalle 8,30 alle 13.30: per ricerche per uso studio
venerdì dalle 8,30 alle 13.30: per ricerche per uso professionale/amministrativo

L’accesso alle sale studio è consentito solo su appuntamento, presentando richiesta con le seguenti modalità:
• sala studio di Ravenna: scrivendo all’indirizzo as-ra@beniculturali.it (lasciare anche un recapito telefonico) o telefonando al n. 0544 213674 il martedì dalle 8.30 alle 13.30 e il giovedì dalle 8.30 alle 17.00;
• sala studio di Faenza: scrivendo all’indirizzo as-ra.faenza@beniculturali.it (lasciare anche un recapito telefonico) o telefonando al n. 0546 21808 il mercoledì e il venerdì dalle 8.30 alle 13.30.

Gli utenti autorizzati sulla base della richiesta di appuntamento dovranno per tutto il tempo di permanenza nell’Istituto indossare la mascherina; per le altre indicazioni si rimanda al documento d’integrazione al regolamento di sala studio per Ravenna (PDF) e per Faenza (PDF), elaborato al fine di adeguare il servizio offerto alle Linee guida per la gestione delle operazioni di sanificazione e disinfezione degli ambienti di archivi e biblioteche – Misure di contenimento per il rischio di contagio da Coronavirus (Covid 19) (PDF) redatte dall’Istituto centrale per la patologia degli archivi e del libro ed emanate con circolare della Direzione Generale Archivi n. 24 del 23 aprile 2020 ([Circolare – PDF] – [Allegati – PDF]).

È vietato l’accesso all’Istituto se si è sottoposti alla misura della quarantena obbligatoria o della quarantena/isolamento fiduciario, e se si presentano sintomi
quali febbre (maggiore 37,5 °C), mal di gola, tosse, difficoltà respiratoria, perdita dell’olfatto e del gusto, diarrea, dolori articolari e muscolari diffusi o altri sintomi riconducibili a COVID-19; può accedere l’utente che NON si trova in una condizione di pericolo per la salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro, come contatto con persone positive al virus nei 14 giorni precedenti. Le persone già risultate positive all’infezione COVID-19 devono essere negativizzate secondo le modalità previste dal Dipartimento di prevenzione territoriale di competenza.

 

Chiusura delle Sale di Studio

Si avvisano gli utenti  che a seguito del Decreto legge n. 172 del  18 dicembre 2020, le Sale Studio dell’Archivio di Stato di Ravenna e della Sezione di Faenza resteranno chiuse al pubblico da giovedì 24 dicembre 2020 fino a mercoledì 6 gennaio 2021.