Riapertura delle Sale di Studio di Ravenna e Faenza

Si comunica agli utenti delle sale studio dell’Archivio di Stato di Ravenna e della Sezione dell’Archivio di Stato di Faenza che a partire dal 21 maggio p.v. per la sede di Ravenna e dal 22 maggio per la Sezione di Faenza verrà riattivato il servizio di consultazione con i seguenti orari:

Archivio di Stato di Ravenna
martedì dalle h. 8,30 alle h. 13,30
giovedì dalle h. 8,30 alle h. 13.30 e dalle h. 14,30 alle h. 17,00

Sezione dell’Archivio di Stato di Faenza
mercoledì dalle h. 8,30 alle h. 13.30: per ricerche per uso studio
venerdì dalle h. 8,30 alle h. 13.30: per ricerche per uso professionale/privato/amministrativo

L’accesso alle sale studio è consentito solo su appuntamento presentando richiesta con le seguenti modalità:
• Sala studio dell’Archivio di Stato di Ravenna: scrivendo all’indirizzo as-ra@beniculturali.it (lasciare anche un recapito telefonico) o telefonando al n. 0544 213674 il martedì dalle h. 8,30 alle h. 13,30 e il giovedì dalle 8,30 alle 17
• Sala studio della Sezione dell’Archivio di Stato di Faenza: scrivendo all’indirizzo as-ra.faenza@beniculturali.it (lasciare anche un recapito telefonico) o telefonando al n. 0546 21808 il mercoledì e il venerdì dalle 8,30 alle 13,30

Gli utenti autorizzati sulla base della richiesta di appuntamento, dovranno per tutto il tempo di permanenza in sala studio indossare mascherine e guanti monouso. Per tutte le altre indicazione si rimanda al documento d’integrazione al regolamento di sala studio per Ravenna (PDF) e per Faenza (PDF) elaborato al fine di adeguare il servizio offerto alle Linee guida per la gestione delle operazioni di sanificazione e disinfezione degli ambienti di archivi e biblioteche – Misure di contenimento per il rischio di contagio da Coronavirus (Covid 19) (PDF) elaborate dall’Istituto centrale per la patologia degli archivi e del libro ed emanate con circolare della Direzione Generale Archivi n. 24 del 23 aprile 2020 ([Circolare – PDF] – [Allegati – PDF]).

È vietato l’accesso alla sede a chi ha sintomi quale febbre (maggiore di 37,5), tosse, raffreddore e a coloro i quali sono oggetto di provvedimenti di quarantena o risultati positivi al virus.