Il palazzo delle Poste

Inaugurato nel 1927, il palazzo delle poste venne costruito nell’area occupata dall’antica Tesoreria, all’interno del palazzo del Legato pontificio, poi divenuto della Prefettura.
Il complesso del Palazzo del Legato occupava quasi un intero isolato e ospitava nella parte retrostante gli alloggi delle guardie e le carceri. Ospitò anche la chiesa della Buona Morte, legata alla confraternita che si occupava di accompagnare al patibolo i condannati a morte, le cui esecuzioni si svolgevano presso il piazzale chiamato degli Svizzeri posto nella zona dove ora sorge il teatro Alighieri.

L’occupazione del fabbricato nel corso della seconda guerra mondiale da parte delle truppe canadesi e inglesi aveva già portato notevoli danni quando, il 25 agosto 1944 nel corso di un bombardamento subito dalla città, il fuoco consumò i locali del secondo piano che crollarono sulla sala arrivi e partenze posta al piano terra.

Lavori di trasformazione e di adattamento dell’ex palazzo Governativo di Ravenna ad uso uffici per le Poste e Telegrafi; Ufficio del Genio Civile, b. 1184.

Relazione del 1947 sui danni subiti dal palazzo delle Poste e Telegrafi, gravemente danneggiato dai bombardamenti del 1944 e dalla successiva occupazione delle truppe canadesi ed inglesi; Ufficio del Genio Civile, b.1305.