I registri dei monaci

Quello che vedete non è esattamente un libro, ma un “registro”: si tratta di imponenti quaderni con la copertina in pelle, ma con i fogli in carta, dove i monaci dei più grandi monasteri che esistevano a Ravenna annotavano le loro spese, quello che vendevano e quello che compravano. Infatti fino al XIX secolo esistevano grandi abazie, di cui oggi rimane solo la chiesa, che erano grandi proprietari terrieri: San Giovanni Evangelista, Santa Maria in Porto, San Vitale, Sant’Apollinare in Classe. (Cliccate sui nomi delle chiese per saperne di più…)

Adesso entriamo nella vita quotidiana di un monastero….

IndietroProsegui