L’Arte Nelle Carte. Arte nella scrittura e nei documenti

Per le Giornate Europee del Patrimonio, l’Archivio di Stato di Ravenna propone un percorso documentario per riscoprire tutti i sensi dell’Arte nascosta nelle carte. Dalla fabbricazione della carta ai signa dei notai, dal riciclo della pergamena alle antiche ricette dell’inchiostro, dalla cartografia al recupero di frammenti pittorici. Ingresso libero, non è necessaria la prenotazione.

Quante storie nella storia

La sezione di Faenza in collaborazione con Unione della Romagna Faentina – Comune di Solarolo, presenta “La Famiglia Mazzolani di Faenza. Storie, genealogia e insediamenti a Solarolo. “. L’appuntamento è per Lunedì 9 maggio ore 18.00, presso il Palazzo municipale.

A Faenza, gli studenti delle classi V del Liceo Fondazione Marri S.Umiltà presenteranno “Bologna 1804: Processo a Domenico Mazzolani“, ore 10.00  presso il Palazzo municipale- Sala Bigari.

Nelle locandine potrete trovare tutti i dettagli dei due eventi

 

La Scuola incontra l’Archivio

L’Archivio di Stato di Ravenna presenta “La Scuola incontra l’Archivio“, all’interno della XVII edizione di Quante Storie nella Storia.

Dal 7 al 12 maggio sarà possibile partecipare alla visita guidata al patrimonio documentario, in particolare il fondo del Brefotrofio di Ravenna. Ricordiamo che l’iniziativa, su prenotazione, è rivolta agli insegnanti.

Per info e prenotazioni:
Tel: 0544-213674
E-mail: as-ra@beniculturali.it

“Faenza ricorda la grande guerra 1918 – 2018”

Venerdì  16 marzo 2018 ore 10,30 – Faenza, Voltone Dolcini – Via Pistocchi

Ingresso gratuito

Per informazioni : as-ra@beniculturali.it, as-ra.faenza@beniculturali.it, 0544-213674, 0546-21808.

“Faenza ricorda la grande guerra” giunge al termine del percorso: il 1918, l’anno dell’armistizio. Le riproduzioni dei manifesti originali dell’epoca, conservati presso la Sezione di Archivio di Stato di Faenza, invitano a ripercorrere l’ultimo anno della Grande Guerra attraverso gli avvisi e le comunicazioni ufficiali del Comune di Faenza. Durante la presentazione della mostra verrà proposto  un percorso fra i manifesti tratti dall’Archivio Storico del Comune di Faenza  per ricostruire l’atmosfera dell’ultimo anno di guerra nella città di Faenza, e per affrontarne i nodi più problematici: la crisi economica e sanitaria, le limitazioni alla vita quotidiana, e il valore pratico e simbolico dell’armistizio del 4 novembre.

A cura del Comune di Faenza e dell’Archivio di Stato di Ravenna – Sezione di Archivio di Stato di Faenza. Il progetto “Faenza ricorda la grande guerra” è realizzato con il contributo della Struttura di missione per gli anniversari di interesse nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

…a Pasqua di Resurrezione ova numero ottocento

Agricoltura, società, territorio a Ravenna nei secoli XVII-XVIII:  Raffanara e le terre dei Portuensi

Dal 6 maggio al 31 ottobre

Orari: dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13.

Chiusura domenica, festivi, 23 luglio (Santo Patrono).

Ingresso libero.

Prenotazione visite guidate e pomeridiane: : Tel.: 0544 213674, Fax: 0544 37452, e-mail: as-ra@beniculturali.it

Nell’ambito della 14a Settimana della didattica in archivio, l’Archivio di Stato di Ravenna propone una mostra documentaria sulla vita di casanti e mezzadri e sulla cultura agroalimentare a Ravenna, nei secoli XVII e XVIII, attraverso le carte del monastero di S. Maria in Porto sul podere di Raffanara e sugli altri suoi vasti possedimenti.

In collaborazione con Francesco Donati, già docente di Economia e Politica agraria.